Anteprima milanese di “Rebus” di Monica Marioni a cura di Massimiliano Bisazza

Via Statuto, 13 20121 Milano (Italy) info@statuto13.it www.statuto 13.it
Comunicato Stampa
Anteprima milanese di “Rebus”
Mostra personale di pittura di:
Monica Marioni
Selezione a cura di Massimiliano Bisazza
Opening: 19 Giugno 2013 dalle h 18,30 alle h 21,00
In mostra fino al 2 Luglio 2013 mattino
Presso: Galleria d’Arte Contemporanea Statuto13
Via Statuto, 13 (corte int.) – 20121 Milano
Apertura al pubblico: dalle h 11 alle h 19 dal martedì al sabato
La Galleria d’Arte Contemporanea e Spazio Espositivo STATUTO13
presenta un’ampia selezione di opere afferenti a “REBUS”, il progetto
espositivo di Monica Marioni a cura di Ivan Quaroni, che dopo gli
ampi consensi di pubblico e media ottenuti a Roma (Gallerie del
Chiostro del Bramante), Como (San Pietro in Atrio), Lugano (BIM
Suisse) proseguirà all’estero.
A Milano, solo quattro opere di “REBUS” sono state presenti in
anteprima presso Affordable Art Fair 2013 a Marzo. Ora STATUTO13
sarà in grado di allestire un’ampia mostra di opere provenienti da
“REBUS” , composta secondo le scelte curatoriali di Massimiliano
Bisazza.
Il forte intento di Marioni sta nella precisa volontà di riempire il vuoto
spesso esistente tra arte contemporanea ed il fruitore. Ecco il motivo
Via Statuto, 13 20121 Milano (Italy) info@statuto13.it www.statuto 13.it
della continua ricerca tecnica, evidente nel passaggio dall’astratto
degli esordi al figurativo, perfezionato oltremodo con il digitale.
Il progetto “REBUS” unisce tematiche molto diverse tra loro.
Convivono sulle tele influenze di figure illustri della storia dell’arte e
perfetti sconosciuti, che danno vita ad una serie di opere molto “glam”,
le quali articolano una narrazione della società mediatica nella quale
noi viviamo, (o sopravviviamo), con un taglio visivo da “gossip” per
immagini. Se poi aggiungiamo l’arguta ed originale “ricetta” propostaci
dall’artista, ecco che si dipana davanti a noi il “REBUS” della vita,
privo di soluzioni e che sa costringere l’osservatore ad interagire con
l’opera. Tecniche miste, impasti compositivi si alternano nel nuovo
progetto dell’artista trevigiana dove si narrano ossessioni, nevrosi
delle reali e potenziali fashion victims che popolano ed intessono
storie di ogni sorta nella nostra società urbana contemporanea, e che
ci toccano così da vicino.
Per informazioni:
Cell. +39 347 2265227
info@statuto13.it
www.statuto13.it
www.facebook.com/statuto13