I grandi vini italiani a Mirano

Mirano, città in provincia di Venezia, ospita la 6° grande festa del vino, che si terrà presso la Villa XXV Aprile  l’8 settembre 2013.

Per tutti coloro che desiderino partecipare alla festa del vino, la quota è di 7 euro. Una volta entrati, potranno degustare dell’ottimo vino, ottenendo in omaggio un calice professionale, una tracolla porta calice, una scheda di gradimento dei vini presenti ed una penna per poterla compilare.
La festa del vino inizierà intorno alle ore 10 del mattino e si concluderà intorno alle ore 19.

Nel corso di questa festa del vino si potranno assaggiare vini internazionali, come lo Champagne. L’Italia, invece, propone diverse qualità di vino da ogni regione, da nord a sud.

Il Nord Italia propone:

– vini provenienti dalla Lombardia, come il Metodo Classico Millesimato Brut Classesse DOCG prodotto dall’azienda agricola Travaglino; il Moscato di Scanzo DOCG, prodotto dall’azienda agricola La Burgherata; il Franciacorta Satèn realizzato dalla Tenuta Ambrosini; il Lugana, realizzato dall’azienda Malavasi;
– vini appartenenti al Piemonte, come il Dogliani Maioli realizzato dall’azienda Anna Maria Abbona; il Barbaresco Ricù, prodotto dall’azienda Montaribaldi; il Barolo Vigna ‘D DOCG, realizzato dall’azienda Veglio Michelino e figlio;
– vini prodotti dalla Liguria, come il Pigato Bon in da Bon e il Vermentino, realizzati dall’azienda agricola biologica Bio Vio;
– vini provenienti dal Trentino, come il Teroldego Rotaliano, prodotto dall’azienda Zanini Luigi;
– vini creati in Alto Adige, come il Lagrein, il Gewueztraminer e Muller Thurgau, prodotti dall’azienda Egger Ramer;
– vini appartenenti al Veneto, come l’Amarone di Valpolicella Morar prodotto dall’azienda Valentina Cubi; il Soave Nicolaio, prodotto dalla cantina di Roncolato Antonio; il vino Sponsà, dall’azienda Sant’Arcadio; aziende come Gallio, Coste Petrai di Vidor e Torre Zecchei di Valdobbiadene offrono una vasta gamma di prosecchi; vini giovani di Lison Pramaggiore sono prodotti dall’azienda Ornella Bellia;
– vini appartenenti al Friuli Venezia Giulia, come il vino Picolit, prodotto dall’azienda Arzenton Maurizio; lo spumante Metodo Classico Terra & Cielo, prodotto dall’azienda Borgo delle Oche.

Il centro Italia propone:

– vini realizzati in Emilia Romagna, come l’El Vin prodotto da Marta Valpiani e I probi, realizzati dall’azienda Villa Papiano;
– vini provenienti dall’Umbria, come il Sagrantino di Montefalco DOCG, realizzato da Francesco Raina;
– vini prodotti in Toscana, come il Vino Chianti Rufina Riserva DOCG, prodotto dalla cantina Dreolino;
– vini creati in Abruzzo, come il Montepulciano d’Abruzzo Riserva, realizzato dalla cantina di Gentile Vini;
– vini prodotti nelle Marche, come il Verdicchio Superiore San Michele, creato dalla cantina Vallerosa Bonci di Crupamontana.

Che cosa propone il Sud Italia nel corso di questa festa del vino?

– vini prodotti dal Molise, come il Macchiarossa Tintilia, prodotto dalle Cantine Cipressi;
– vini provenienti dalla Campania, come il Fiano di Avellino, realizzato dalla Tenuta Sarno 1860; molti vini pregiati sono stati realizzati dalle Cantine Antonio Caggiano;
– vini creati in Basilicata, come il l’Aglianico del Vulture del Noce, dalla casa vinicola D’Angelo;
– vini realizzati in Puglia, come il Moscato di Trani, prodotto dal viticoltore Franco Di Filippo; il Nero di Troia, prodotto dall’azienda agricola Tarantini; vino Primitivo Riserva Drumon, realizzato dall’azienda Cannito;
– vini appartenenti alla Sicilia, come l’Etna Rosso, prodotto dall’azienda agricola Irene Badalà.

Tale festa del vino comprende anche ottime degustazioni gastronomiche, provenienti da ogni regione dell’Italia.