Prestiti personali e assicurazione

La vostra banca al momento della richiesta di un prestito vi ha obbligato a attivare un’assicurazione? Desideriamo ricordarvi che le assicurazioni sui prestiti bancari sono facoltative, ossia a descrizione del richiedente, eccetto che con la cessione del quinto.

Sono per questa forma di credito al consumo, la cui rata mensile trattiene non oltre il 20% della busta paga o della pensione, le banche richiedono, infatti, un’assicurazione obbligatoria. Nel settore dei finanziamenti personali, le polizze assicurative più popolari in questo settore si chiamano CPI e tutelano la banca o la finanziaria dal rischio d’insolvenza del cliente, il quale per problematiche di vario genere, potrebbe non riuscire a pagare la rata.

Nei casi in cui questo dovrebbe succedere, la CPI interviene a rimborsare le rate per il periodo di tempo definito in sede contrattuale. In alcuni casi la CPI può anche provvedere all’estinzione completa o anticipata del prestito.

Sui prestiti personali di norma non esistono assicurazioni obbligatorie, molti istituti possono richiedere la stipula di tale assicurazione, come condizione necessaria per ottenere il credito, soprattutto se l’importo richiesto è molto elevato o se il beneficiario del prestito figura come un soggetto a rischio.

Ricordatevi che l’assicurazione sul prestito può essere una sicurezza per chi tema o non ha la certezza di poter onorare gli obblighi assunti con la banca. E’ doveroso ricordare che questo servizio, comprata un onere aggiuntivo pagabile in un’unica soluzione o in quote mensili che si aggiungono alle rate del finanziamento ed è per questo motivo che, prima di stipulare una polizza di questo tipo è sempre consigliabile valutarne la convenienza.