Il Chianti di Brolio Castello di Brolio

👣 Distanza: 18km
🦊 Difficoltà: Escursionistica
↗️ Dislivello: 400+
ℹ️ Tipo di percorso: Anello, strade bianche e mulattiera.
🕑 Inizio: 09:30
📍Punto di Ritrovo: Madonna di Brolio
https://goo.gl/maps/i3qm66dPzPBqf5yG8
📄Descrizione :
Un itinerario magnifico attorno ad una delle icone del paesaggio chiantigiano, il
Castello di Brolio.
Partiremo dalla Madonna di Brolio con splendide viste sui vigneti circostanti e sul Monte Amiata per dirigerci verso Cacchiano, fortilizio sulla linea difensiva di Brolio con panorami che spaziano dai Monti del Chianti fino alla Città di Siena.
Ci dirigeremo verso la millenaria Pieve di San Marcellino in Avane, costruita nei pressi di un insediamento militare Romano.
Attraverso una strada che serpeggia tra le case coloniche ci inoltreremo ancora nel bosco irto di macchia prima di giungere all’abitato di Nebbiano.
Ancora grandiosi paesaggi ci accompagneranno fino al pergolato di viti che arriva a Borgo San Felice.
Un ultimo tratto e saremo in vista dei bastioni del Castello di Brolio con i suoi tipici mattoni rossi, saliremo fin sotto le mura per raggiungere la lapide commemorativa della visita Granducale del 1773 prima di concludere un itinerario che, ne siamo certi, resterà ben impresso nella nostra memoria.
Castello di Brolio
Il castello di Brolio si trova in località Brolio, nei pressi di San Regolo, nel comune di Gaiole in Chianti, in provincia di Siena. L’imponente edificio è posizionato sul dorso di un poggio che si stacca da uno sprone occidentale dei monti del Chianti alto fra Monte Fienali e Monte Luco Berardenga, fiancheggiato dai torrenti Malena e Dudda tributari dell’Arbia. Storia: Il toponimo “Brolio”, derivante dal termine celtico (gallico) “Brogilo”, col suo nome oltramontano richiama a un’epoca anteriore al mille quando per Broilo o Brolio ” si intendeva una tenuta selvosa con un recinto ridotto a domestico, e in mezzo a questo il castello per l’abitazione del suo signore”. D’altra parte i nomi che conserva tuttora la contrada intorno a Brolio, come sono quelli di Gaiole, di Monte Luco, di Avane e Avenano, provano l’antico stato selvoso del Chianti, riserva di caccia dei Conti della Berardenga, famiglia di origine salica e primi proprietari conosciuti di Avenano, di Monte Luco e di Brolio. Da alcuni documenti risalenti al X secolo appare che signore del castello di Brolio e del suo distretto fosse un marchese Bonifazio figlio di un conte Alberto, il quale nel 1009 donò alla Badia di Firenze, fra altre sue corti quella di Brolio insieme col padronato della chiesa parrocchia di San Regolo; donazione che fu poi confermata alla stessa badia dall’imperatore Enrico II, nel 1012 e da Enrico IV, nel 1074.
La quota comprende: Organizzazione ed Assistenza di Guida ambientale Escursionistica legalmente abilitata ai sensi L.R. 86/2016,Polizza RCT.
🎒Cosa portare: Pranzo a sacco, Acqua 1,5 lt a testa, Scarpe da trekking o trail impermeabili obbligatorie, Pantaloni lunghi, Abbigliamento a strati( micro pile, antivento, guscio o k-way ) ,bastoncini da trekking, berretto, Zaino per carico giornaliero, copri zaino, power bank.
Note: La Guida si riserva il diritto di apportare variazioni all’escursione per garantire la sicurezza del gruppo , o di annullare l’escursione in caso di maltempo e/o allerta.
↔️ L’Escursione verrà confermata al raggiungimento di un minimo nr.04 persone – max nr. 25 persone.
🐶 Cani ammessi SI da comunicare alla prenotazione per verificare il raggiungimento del numero massimo ammesso per l’escursione.
Per Info e prenotazioni:
📞 348/0359096 Dario Favi
📧 info@landscapewalkingtours.com
🌐 https://landscapewalkingtours.com/tour/il-chianti-di-brolio/
🏥 Normativa Covid e termini e condizioni
https://landscapewalkingtours.com/termini-e-condizioni/

Leave a Comment