Private Banking, “International Business Magazine”: Banca Generali il miglior istituto italiano

La giuria degli International Business Magazine Awards ha scelto Banca Generali come migliore realtà del Private Banking in Italia: l’istituto vince il premio ininterrottamente dal 2018.

Private Banking: il modello vincente di Banca Generali

Banca Generali si riconferma ancora una volta leader del Private Banking in Italia. Per il quarto anno consecutivo la Banca ha infatti ottenuto il primo posto come “Best Private Bank In Italy 2021” agli International Business Magazine Awards. L’iniziativa, promossa dalla rivista specializzata nel mondo della finanza con sede a Dubai, prende il via nel 2018 con lo scopo di dare risalto alle performance delle migliori società a livello mondiale che guidano settori come quello bancario, immobiliare e finanziario. Una giuria di ricercatori, esperti in materia, analisti e giornalisti si occupa di analizzare i candidati e selezionare i vincitori. È fin dalla prima edizione, dunque, che Banca Generali riesce a conservare il titolo di miglior Private Bank del Paese. In questa edizione ad essere tenuta particolarmente in considerazione la piattaforma proprietaria digitale (BG Lab). Uno strumento innovativo che, secondo i giudici, permette ai bankers di raggiungere un elevato grado di qualità nei servizi di Private Banking, che a loro volta risultano sempre più aggiornati e in linea con le esigenze del periodo.

Private Banking, Banca Generali un esempio anche in tema di formazione

La giuria degli International Business Magazine Awards ha poi evidenziato l’efficienza, la competenza e la professionalità della rete dei consulenti di Banca Generali. Circa 2mila tra bankers e wealth advisor che, grazie alle conoscenze maturate nel settore del Private Banking, hanno contribuito allo sviluppo dell’istituto grazie alla capacità nel rispondere ai nuovi bisogni dei clienti. Un risultato che non nasce per caso: la formazione è stata sempre considerata centrale nella strategia di Banca Generali e lo è diventata ancor di più in un contesto come quello attuale, dominato dall’incertezza. Grazie alla piattaforma, i consulenti hanno potuto avere facile accesso a tutta una serie di attività formative incentrate su finanza, gestione immobiliare, coperture previdenziali e protezione patrimoniale, in modo da ottenere una preparazione che andasse oltre i confini dei corsi di aggiornamento di base. Una modalità che ha permesso a bankers e wealth advisor di acquisire competenze utili alla definizione di nuove strategie e al potenziamento dei servizi di Private Banking offerti.

Leave a Comment