QUESTA SERA SI RECITA A SOGGETTO (di L. Pirandello)

Ven. 14 – Sab. 15 – Ven.21 – Sab. 22 – Ven. 28 – Sab. 29 Marzo
Ven. 4 – Sab. 5 Aprile

Questa sera si recita a Soggetto:
Uno dei testi più dirompenti della produzione di Pirandello, brillante e smaliziato
svela i retroscena sui rapporti fra il regista, gli attori e pubblico.

Terza della trilogia che Pirandello dedica al teatro nel teatro, “Questa sera si recita a soggetto”, ci introduce nei mille aspetti dell’arte teatrale, c’è la commedia, il dramma, il musical e il cabaret, e soprattutto ci conduce attraverso il magico equilibrio fra finzione e realtà. Ci si accorge allora che la magia è proprio questa, svelare la macchina scenica e, contemporaneamente, esaltarne le potenzialità emotive. Una sorta di “torneo a scacchi giocato da Diderot e Stanislawskij” (come suggeriva, con ironia, Giuseppe Patroni Griffi).

Trama:
Mentre il pubblico del teatro è in attesa che cominci lo spettacolo si sente una lite dietro le quinte. Alcuni spettatori reclamano il silenzio e iniziano una discussione con il regista, il dottor Hinkfuss. Il motivo della discussione riguarda la messa in scena della commedia che deve essere rappresentata a soggetto, ovvero senza un copione determinato. Il regista, vuole dirigere il lavoro suddiviso in precisi quadri e scene per accrescerne l’effetto teatrale. Di parere contrario  sono gli Attori che reclamano la loro libertà d’interpretazione, il diritto alla spontaneità dei sentimenti rappresentati. Danno inizio alla rappresentazione della commedia che racconta della gelosia di Rico Verri per la moglie Mommina che in passato ha avuto delle cadute da farsi perdonare ma che il marito, pazzamente geloso, non riesce a dimenticare costringendola a rimanere segregata in casa.

Note di regia:
La recitazione è brillante, leggera e incisiva, la regia riesce a comunicare spensieratezza e profondità, gli attori entrano nel cuore del pubblico con grinta e fresca delicatezza. La scena è scarna, la musica è d’epoca l’emozione e la verità la fa da padrona. Una regia che anela a cacciare il regista perché lo spettacolo si rappresenti da solo.

La sfida:
Una commedia “dei conflitti” dove all’autore si sostituisce l’egemonia del regista, poi degli attori, poi del pubblico e infine dei personaggi stessi che prendono il sopravvento. Un trionfo dell’arte scenica, un potente affresco della vita, grottesca e drammatica. L’autore riesce a commuoverci con una delle più intense scene di teatro, anche se l’artificio teatrale viene preparato sotto i nostri occhi, nel momento stesso in cui gli attori stanno per divenire personaggi. Il pubblico Pirandelliano si solleva contro il dottor Hinkfuss, regista dello spettacolo, una situazione congeniale al Down Theatre che ama sentire il pubblico come parte integrante dell’evento teatrale.

Lo Scantinato 
Via San Domenico, 51 – FIRENZE

Direzione artistica:
Maurizia M. Ronchi

INFO E PRENOTAZIONI
055.57.38.57
da lunedì a venerdì
16.30-19.30
info@ilgeniodellalampada.it

I posti sono numerati.
Prenotazione consigliata.


INGRESSO dalle 20.45 alle 21.15

Quota di partecipazione
14 euro

PER PARTECIPARE ALLE SERATE OCCORRE ESSERE SOCI
L’associazione è gratuita; per chi non fosse socio occorre fare richiesta via telefono oppure dal sito internet, almeno un giorno prima dell’evento al quale si desidera partecipare.


Regia
Maurizia Ronchi

Collaborano alla regia
Alice Capozza
Pina Guzzo

Doppio Cast
La compagnia come sempre lavora con il doppio cast
con il seguente calendario:

Cast A
ven.14 – sab.15 –
sab.22 – ven.28 Marzo
Benedetta Niccolai
Stefano Naldoni
Alessandro Sanesi
Eugenia Baldaccini
Marco Bastianelli
Eleonora Cappelletti
Laura Bassini
Elena Spennati
Michele Barni
Alessio Melani
Andrea Morelli
Elisabetta De Angeli
Francesco Antonucci
Andrea Iodice
Diletta Magherini

Cast B
ven.21 – sab.29 Marzo
ven.4 – sab.5 Aprile

Chiara Barcaroli
Marco Raimondi
Francesco Lambardi
Elisa Marchi
Giancarlo Polenghi
Cecilia Agostini
Fedora Ginanni
Francesca Ranfagni
Martino Pozzi
Giulio Meoni
Alessandro Romei
Beatrice Brandigi
Simone Raggi
Alessandro Benedetti
Elisa Betti

Luci e Audio
Marco Bernabò
Massimo Bosi
Diego Marchi
Sara Benevieri

Grafica
Eleonora Cappelletti

Foto
Leonardo Papi

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Eventi Culturali, Eventi generici, Teatro, Toscana. Contrassegna il permalink.