Si aprono le audizioni per la Scuola di Teatro Mechanè

Domenica 13 ottobre alle ore 11.00 a Correggio presso Ars Ventuno (via Primo Maggio 18/a a Correggio), ovvero presso la sede centrale di Mechanè scuola di teatro, si terrà il primo Workshop per l’ammissione alla scuola di teatro Mechanè per tutte le sezioni: Correggio, Guastalla, Montecchio. Presenzieranno i docenti della scuola. Il work-shop è gratuito ed è un modo per conoscere la didattica di Mechanè, incontrare gli insegnanti e prendere confidenza con il gruppo di lavoro. Gli insegnanti, dal canto loro, avranno modo di valutare la motivazione personale degli allievi. Ai partecipanti è richiesta la presentazione di un testo in lettura o a memoria e, ovviamente, la disponibilità a mettersi in gioco.

Ricordiamo la filosofia di Mechanè: un percorso formativo di approfondimento teatrale per la formazione teatrale di alta qualità costruito attorno a tre punti cardine (cardinali) nella provincia di Reggio Emilia: Correggio, Montecchio e Guastalla. Il progetto, ideato da Antonella Panini in collaborazione con Giuliana Soldani e Gabriele Tesauri prevede un team di docenti di alta levatura intorno a un progetto artistico ben articolato strutturato come  Scuola di Teatro.

Più nel dettaglio: la scuola di teatro MECHANE’ si articola su un triennio di studi e, attualmente, ha tre sedi operative nei comuni di Correggio, Montecchio e Guastalla. Alla scuola di Teatro Mechanè si studia recitazione, canto, regia, maschere, analisi del personaggio, drammaturgia e si segue un training di preparazione per 80/90 ore annuali. La scuola si insedia in realtà associative già esistenti per poter attingere da un bacino di utenza altamente motivato, offrendo uno sviluppo più approfondito e prestigioso del percorso di studi e dando così lustro all’operato di coloro che già fanno formazione di base in quelle realtà.

A Correggio Mechanè è ad Ars Ventuno, realtà importante del territorio per la formazione teatrale e coreutica attiva da trent’anni, a Montecchio Mechanè diventa il corso superiore di Sipario Aperto, scuola di teatro storica della città e realtà culturale molto attiva; A Guastalla è il Teatro stesso a sposare il progetto.

I docenti sono artisti affermati dotati di particolare sensibilità e grande prestigio professionale: Giuliana Soldani, Gabriele Tesauri, Stefano Cenci, Antonella Panini, Marco Manchisi, Alessandro Pastarini, Lara Puglia, Luciana Guidi, Cristiana Bergamaschi, Eugenio Sideri. La loro elevata esperienza artistica e formativa concorre alla realizzazione di un progetto, articolato ed unico focalizzato sull’allievo. Il programma di studi è dunque pensato per sviluppare il potenziale artistico ed espressivo degli allievi e la loro formazione tecnica per l’acquisizione di una preparazione d’eccellenza propedeutica all’esercizio della professione.

La scuola di teatro si rivolge ad allievi motivati (e i motivi possono essere i più diversi) che desiderano intraprendere un percorso più approfondito. Ed è questa motivazione, oltre alle doti personali e caratteriali che viene valutata nel provino d’ammissione.

In più, tra le sedi congiunte, si attiva la possibilità di realizzare stages con artisti di fama internazionale. Informazioni al 3346444772 o info@mechane.org.

Il progetto è patrocinato della provincia di Reggio Emilia e dai comuni di Correggio, Guastalla e Montecchio.

Questa voce è stata pubblicata in Teatro e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.