REGGIO FILM FESTIVAL INCONTRA IL SARAJEVO FILM FESTIVAL E ADO HASANOVIC

Seconda Serata di Reggio Film Festival e seconda serata dedicata alla Bosnia. Giovedì 3 ottobre, presso lo Spazio Icarus in viale IV Novembre 9 a partire dalle 21.00.

Verranno proposti alcuni cortometraggi provenienti dal Sarajevo Film Festival, che oltre ad essere la più grande manifestazione di Cinema dei Balcani, ha anche un valore altamente simbolico: la prima edizione di questo festival si è infatti tenuta nel 1995, durante l’estenuante assedio di Sarajevo, trasformandosi sin da subito in una forma di resistenza, una risposta culturale alla guerra.

Il Sarajevo Film Festival è una manifestazione internazionale specializzata nel cinema dell’Europa sud-orientale. Le varie sezioni da cui è composto e i vari progetti (CineLink, Sarajevo Talent Campus, Sarajevo City of Films) e la presenza di oltre 100.000 spettatori attestano il festival come il principale riferimento della penisola balcanica. In un territorio emergente di oltre 140 milioni di abitanti, il Sarajevo Film Festival fornisce una piattaforma comune all’industria del cinema dell’intera regione, definisce standard organizzativi per i festival di cinema, per la promozione e presentazione di film dell’Europa sud-orientale.

Inoltre, il Sarajevo Film Festival ha il compito di far emergere all’interno del panorama internazionale progetti e talenti cinematografici della regione.

La 20° edizione del Festival si terrà dal 15 al 23 agosto 2014.

Al Focus organizzato presso il Reggio Film Festival iInterverrà Ivana Pekusic, che fa parte dell’organizzazione del Sarajevo Film Festival dal 2006, occupandosi dell’area Industry del festival. Dal 2008, con l’istituzione del progetto Sarajevo City of Film, ne è diventata direttrice ed è coinvolta nella produzione di 5 cortometraggi ogni anno. Inoltre, dal 2009 è coordinatrice della Giornata sui Diritti Umani promossa ogni anno dal Festival e inserita nella sua programmazione.

Sarà inoltre dedicata una personale ad Ado Hasanovic, giovane regista originario di Srebrenica. Ado Hasanovic è nato nel 1986 a Srebrenica. È un regista bosniaco e lavora a Sarajevo. Nel 2007 ha prodotto il suo primo film Predrasude in collaborazione con l’associazione Prijatelji Srebrenice e altri giovani dalla Francia, dalla Macedonia, dall’Italia e dalla Bosnia Erzegovina.

Nel 2008 Ado ha partecipato al Sarajevo Film Festival Talent Campus. Ha diretto Ja Sam Iz Srebrenice, un film sui giovani che vivono a Srebrenica che è stato premiato allo Short Film Festival di Mostar nel 2008 come Best Student Film.

Dal 2010 al 2013 Ado ha studiato regia alla Sarajevo Film Academy. Ha frequentato nel 2010 la Nansen Academy in Norvegia presso la quale si è concentrato sul tema del dialogo tra etnie. Dal Febbraio 2012, Ado lavora all’interno del Dipartimento di post produzione della Fondazione Peace for Cinema. Nel 2012 ha frequentato la scuola estiva di documentario organizzata in Bosnia Erzegovina dalla James Madison University (USA). Nello stesso anno ha ricevuto il premio per il miglior studente dallo Studio Foundation. Nel 2011 il suo cortometraggio The Angel of Srebrenica è stato premiato al Colorado Film Festival e al Sarajevo Film Festival, oltre che con  il Seal of Approval all’Erasmus Euro Media Awards a Vienna. The Blue Viking ha vinto due premi per il miglior documentario al Balkan Snapshot Film Festival di Amsterdam e al Duka Fest di Banja Luka. Mama è stato presentato al Sarajevo Film Festival 2013.

I corti che verranno proposti nella serata sono Jutarnje molitve (Morning Prayers), Kruzni tok (Roundabout), Tjelesna funkcija (Bodily Function).

L’incontro sarà arricchito dalla presenza di Nela Lucic, attrice bosniaca residente in Italia da molti anni, che ha lavorato con vari registi, tra cui Pupi Avati, Leonardo Pieraccioni, Tinto Brass.

Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Festival e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.