La salute degli infermi, lo spettacolo teatrale ispirato al mondo di Cortàzar.

La Compagnia Barone Chieli Ferrari va in scena il 12 e 13 ottobre con

La salute degli infermi

Drammaturgia originale ispirata al mondo dello scrittore argentino Julio Cortazàr

di e con

Emilio Barone

Alessandra Chieli

Massimiliano Ferrari

audio/luci

Emma Tramontana

 

Nulla era facile, perche in quel periodo la pressione di mamma sali ancora e la famiglia arrivo al punto

di chiedersi se non ci fosse un qualche influsso incosciente, qualcosa che trapelasse dal comportamento

di tutti loro, un’inquietudine e uno scoramento che facevano male a mamma nonostante le precauzioni

e la falsa allegria.

Julio Cortàzar , “Tutti i fuochi il fuoco”

 

Dopo il debutto primaverile all’interno della rassegna Parabole fra i Sanpietrini torna a Roma al Teatro

Tor di Nona lo spettacolo La salute degli infermi della Compagnia Barone Chieli Ferrari. Nata nel

settembre 2011, la compagnia prende come punto di partenza per la loro ricerca drammaturgica i testi

dello scrittore Julio Cortazàr. L’essenzialità della parola, la linea sottile tra il reale e il fantastico, il lento

svelamento della trama sono stati uno stimolo per lavorare sulla ricerca di un linguaggio teatrale capace

di tradurre le atmosfere dei sui scritti. Nel corso di un periodo di lavoro e studio durato un anno e mezzo

la compagnia vince, con gli studi preparatori, il bando Pre-Visioni del Teatro della Tosse di Genova, è

finalista del premio Giovani Realtà del Teatro dell’Accademia Nico Pepe di Udine e della Borsa Teatrale

Anna Pancirolli di Milano.

Sinossi e Note di Regia

Buenos Aires, 1976: Alessandro muore mentre è in vacanza. I suoi due fratelli, in pensiero per la salute

della madre costretta a letto dalla malattia, decidono di nascondere la verità con una fittizia

corrispondenza dal Brasile. Nel loro piano coinvolgono Maria Laura, la fidanzata di Alessandro. Quando la

madre muore realtà e finzione si confondono e i tre rimangono intrappolati nella loro macchinazione:

credono a tutto, si illudono di tutto, si abituano a tutto.

Una porta traccia una linea immaginaria che divide il palcoscenico in due metà: in quella anteriore i due

fratelli e Maria Laura preparano la macchinazione; in quella posteriore, la stanza della mamma,

dissimulano serenità e mettono in pratica il loro piano.

La scena è essenziale e funzionale all’azione degli attori: un tavolo intorno a cui i tre elaborano il piano;

un giradischi la cui musica serve a celarne il trambusto; una sedia dinnanzi al letto della mamma; e la

porta, ponte tra le due realtà.

La scelta di una recitazione asciutta, di sintesi di gesti e parole definisce un lavoro in cui il silenzio e la

precisione diventano protagonisti.

Link al trailer

https://vimeo.com/69831558 

Ha ritmo, musicalità, bellezza La salute degli infermi della Compagnia Barone Chieli Ferrari, al

debutto nazionale dal 18 al 20 aprile. Essenziale la drammaturgia, che prendendo spunto dai

racconti di Cortàzar ci svela, poco a poco, la storia di un figlio scomparso e di una madre

inferma, di un dolore evitato e di una realtà negata, tra vita e morte, menzogna e verità.

Misurati i gesti, asciutti i dialoghi, lunghi gli sguardi. Un castello di lettere e francobolli, per

inscenare una falsa corrispondenza, un anello nuziale per alimentare il sogno, un cappotto grigio

per non dimenticare. Gioco di allusioni e illusioni, di silenzi eloquenti e respiri profondi.

Congegno sottile, calibrato e incisivo come la puntina di un giradischi.

Rossella Porcheddu, Il Tamburo di Kattrin

http://www.iltamburodikattrin.com/recensioni/2013/parabole-fra-i-sanpietrini/

 

Sabato 12 Ottobre ore 21.00 e domenica 13 Ottobre ore 17.45

al Teatro Tor di Nona

Via degli Acquasparta 16, Roma  (dietro Piazza Navona)

Info e prenotazioni > baronechieliferrari@gmail.com

 

Questa voce è stata pubblicata in Eventi Culturali, Eventi regionali, Lazio, Teatro e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.