I Beatles a teatro secondo La versione di Neil

In concomitanza con il 51° anniversario dall’uscita del primo singolo dei Beatles Love Me Do avvenuta il 5/10/62, venerdì 4 e sabato 5 ottobre 2013, alle ore 21.00, andrà in scena la prima assoluta di La versione di Neil (Una vita con i Beatles) presso il Teatro di Ringhiera di via Boifava 17 a Milano.

La versione di Neil (Una vita con i Beatles) è un monologo serrato e ricostruisce la carriera dei Beatles attraverso il punto di vista di Neil Aspinall (13 ottobre 1941 – 24 marzo 2008), l’unica persona che è stata a fianco ai Beatles per tutta la durata della loro carriera, dai duri momenti della gavetta fino allo scioglimento del quartetto nel 1970. Dapprima road manager, poi assistente personale della band, Neil ha avuto il privilegio di vivere personalmente tutte le fasi della creatività dei Fab Four, sul palco, dietro le quinte e in sala di registrazione.

Attraverso ricordi, canzoni, momenti di nostalgia e ricostruzioni, Neil fa i conti con un passato straordinario, per soffermarsi sulla notte in cui venne registrata A Day in the Life, il brano che chiude Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band, il più celebre album dei Beatles.

Le canzoni sono parte integrante e fondamentale dello spettacolo. A partire da Lonnie Donegan e Bill Fury (star liverpooliane dei tardi fifties), passando attraverso alcuni brani, celebri e non, dei Beatles come Please Please Me, I Want to Hold Your Hand, Tomorrow Never Knows, Sgt Pepper’s, Within you Without you, fino al crescendo finale di A Day in the Life, per concludere con Golden Slumbers, ninna nanna che idealmente chiude un cerchio e ne apre un altro, infinito.Un’ideale chiusura del cerchio, tra i festeggiamenti per l’anniversario beatlesiano e l’uscita di New, il nuovo disco di Paul McCartney, il prossimo 14 ottobre.

Costruito con continui rimandi fra un presente in cui Neil, ormai anziano, ricorda gli anni della gioventù, e gli anni 60 in cui si dipana la vicenda artistica e umana dei Beatles, lo spettacolo si avvale dell’interpretazione asciutta e precisa dell’attore Dario Sansalone (Accademia Filodrammatici) e della regia attenta e immaginifica di Amedeo Romeo (Teatro della Tosse, Linguaggi Creativi).

Un’ideale chiusura del cerchio, tra i festeggiamenti per l’anniversario beatlesiano e l’uscita di New, il nuovo disco di Paul McCartney, il prossimo 14 ottobre.

INFORMAZIONI
La versione di Neil (Una vita con i Beatles)
Uno spettacolo scritto da Davide Verazzani
Regia di Amedeo Romeo
Con Dario Sansalone – Regia di Amedeo Romeo

4 e 5 ottobre 2013 – ore 21.00
Teatro di Ringhiera
via Boifava 17 – Milano

Biglietto: €12 in prevendita – €15 la sera dello spettacolo

Prevendita:
– partecipando all’evento su Facebook
– prenotazione via mail a laversionedineil@gmail.com
– online sul sito www.laversionedineil.eventbrite.it

Infoline: laversionedineil@gmail.com – Tel 339.4222182

Facebook: www.facebook.com/LaVersioneDiNeil
Twitter: @VersioneDiNeil

Info su sarathehutt

Sara Sagrati ha geni al 100% marchigiani, ma per uno scherzo del destino nasce e cresce in Brianza. Fin da piccola si appassiona al cinema e già a 11 anni esclama a un professore: “voglio fare il critico cinematografico”. Ci prova disperatamente, ma i tempi sono duri e, come da insegnamento di Morando Morandini, fa di tutto, dall’impiegata al web content manager, dalla giornalista per giornali locali alla segretaria, pur di ampliare conoscenze ed esperienze. Ma il primo amore ritorna prepotente e dopo corsi di cinema, di regia, di sceneggiatura inizia una lunga collaborazione, ancora in corso, con riviste di cinema cartacee (Zero, Nocturno) e svariate webzine (Hideout, Nouvelle Vague, UZAK, Film4Life). Con Hideout.it partecipa al progetto Dispersi (film inediti in Italia) con il quale promuove rassegne cinematografiche, organizza il festival Dispersival e cura il libro Dispersi. Guida ai film che non vi fanno vedere (2010, Edizioni Falsopiano). Intanto entra nella redazione del settimanale Film Tv i cui impara moltissimo, fonda e promuove il Mouse d’oro, il premio della critica online, consegnato nei principali festival italiani (Venezia, Roma, Torino e Courmayeur) e collabora al libro Il film in cui nuoto è una febbre (2012, CaratteriMobili) curato da Luigi Abiusi. Ora che alla domanda «che lavoro fai?» può rispondere «il giornalista e critico cinematografico» sperando di dare un contributo reale alla divulgazione cinematografica.
Questa voce è stata pubblicata in Eventi Culturali, Eventi regionali, Lombardia, Teatro e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.