REGGIO FILM FESTIVAL 2013: UNA DODICESIMA EDIZIONE CHE SI TINGE DI ROSSO E PARLA DI BOSNIA

Dal 2 al 7 ottobre, a Reggio Emilia, avrà luogo la 12a edizione del Reggio Film Festival. Il tema di quest’anno è il Rosso e sono davvero molti i cortometraggi in programma e che affrontano il tema dai più svariati punti di vista.

Nel corso delle serate, verranno proposti dei veri e propri percorsi, dai corti in cui il rosso è l’unico colore presente, evocando la geniale immagine della bambina di Schindler’s list, a corti dove il rosso vuol dire passione, passando per i thriller e, naturalmente, per l’horror. Tutti cortometraggi straordinari, provenienti da ogni parte del mondo. Il focus di quest’anno è sul Cinema Bosniaco e dei Balcani.

Ricordiamo che il Festival è organizzato da Fedic Federazione Italiana Cineclub in collaborazione con Regione  Emilia Romagna, Comune di Reggio Emilia, Università di Modena e Reggio Emilia e Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto. La rassegna gode anche del patrocinio della Provincia di Reggio Emilia e del sostegno di  RCF, Blueshape, GrissinBon. Sponsort tecnico ProMusic.


Il festival aprirà mercoledì 2 ottobre al cinema Alcorso con la prima mondiale del film Quindi passava il tempo, di Alessandro Scillitani e Valentina Barbieri: uno sguardo su Sarajevo e la Bosnia a vent’anni dall’assedio che mette a confronto le macerie dei balcani e quelle della nostra civiltà. La serata sarà contraddistinta da un numero considerevole di ospiti che racconteranno il loro punto di vista sui Balcani e sulla loro storia.

Il focus continuerà giovedì 3 ottobre, allo Spazio Icarus, con un incontro con Ivana Pekusic, manager del Sarajevo City of Film Project, e con il regista Ado Hasanovic, originario di Srebrenica. Le chiacchiere saranno alternate a proiezioni di cortometraggi del Sarajevo Film Festival e verrà dedicata ad Hasanovic una piccola retrospettiva delle sue opere.

Venerdì 4 ottobre il festival si trasferisce al Cinema Rosebud dove verranno proposti i vari cortometraggi in concorso, sia a tema Rosso sia a spazio libero.

Nel pomeriggio di sabato 5 ottobre verrà proposta una tavola rotonda sul futuro del cinema intitolata “C’era una volta il Capitol”. Prendendo spunto da un cinema di Reggio Emilia che ha recentemente chiuso i battenti, si ragionerà sul tipo di fruizione a cui andiamo incontroalla vigilia della conversione al digitale delle sale cinematografiche. Seguirà un incontro con Vladan Radovic, direttore della fotografia originario di Sarajevo, amante del rosso, che discuterà assieme al fotografo Marco Montanari dell’uso del colore nel cinema.

Domenica pomeriggio 6 ottobre incontro con Emanuele Di Silvestro che con il corto Il Poeta ha conquistato il Premio Giffoni Experience 2013.

Inoltre, sempre nel pomeriggio, in programma nuovamente una tavola rotonda dal titolo “Rosso Cinema” alla quale parteciperanno i membri della giuria 2013 del Reggio Film Festival e vari filmmaker fra quelli che hanno partecipato al festival di quest’anno. Alla sera proiezione e premiazione dei corti vincitori.

Infine, lunedì 7 ottobre allo Spazio Gerra ci sarà una serata omaggio al gruppo 63, a 50 anni dalla sua nascita, con reading e videoproiezioni.

Il festival avrà un “epilogo in rosso”, mercoledì 16 ottobre, alla Fonderia, sede della Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto. Verrà proposta Cantata, una coreografia dai colori forti tipici del sud, di Mauro Bigonzetti. A seguire, una festa di corti in rosso dalle varie edizioni del festival. Per quest’ultimo evento, a pagamento (5 euro), è consigliata la prenotazione allo 0522/273011.

Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Festival e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.