City Angels, comincia il corso di formazione per diventare volontari

Comincia a Milano il 15 ottobre 2013 il corso di formazione per diventare volontari City Angels. Sono già aperti i colloqui di pre-ammissione.

Dopo aver superato un colloquio psico-attitudinale, l’aspirante volontario frequenterà un corso di formazione di due mesi costituito da due lezioni serali settimanali, il martedì e il mercoledì, della durata di 90 minuti l’una. Le lezioni settimanali si terranno a Milano: una nella sede centrale dei City Angels, in via Teodosio 85, e l’altra nella palestra della Polizia locale, in via Bazzi 20. In sede verranno insegnate tecniche di primo soccorso, nozioni giuridiche e di psicologia, oltre a presentare il grave stato dell’emarginazione in città. In palestra verranno invece insegnate tecniche di lavoro di squadra, in quanto gli angeli operano in gruppi, e autodifesa. Al termine del corso è previsto un esame che il volontario dovrà superare per diventare a tutti gli effetti un City Angel.

“Vogliamo volontari seri, affidabili e motivati, per questo siamo molto selettivi nell’accesso ai corsi”, spiega Mario Furlan, che 19 anni fa ha fondato a Milano i City Angels, volontari di strada d’emergenza in basco blu e giubba rossa.

In questi 19 anni i City Angels hanno saputo conquistare la fiducia e la stima dei senzatetto e degli emarginati, che aiutano quotidianamente, e delle Istituzioni locali, tanto che oggi gli Angeli sono presenti in 18 città italiane: Milano, Roma, Torino, Firenze, Venezia, Cagliari, Messina, Brescia, Taranto, Parma, Rimini, Monza, Novara, Lecce, Como, Varese, Campomarino (CB), Bergamo. In tutto 500 volontari, di cui un centinaio a Milano, la sede centrale.

I volontari sono per metà donne e per un quarto immigrati, mentre l’età media è tra i 20 e i 45 anni. La loro missione umanitaria è aiutare cittadini in difficoltà, assistere i senzatetto e contrastare la criminalità. A Milano gli Angeli gestiscono tra l’altro una casa famiglia per donne senzatetto. A Milano i City Angels hanno ricevuto l’Ambrogino d’Oro, massimo riconoscimento cittadino.

Questa voce è stata pubblicata in Eventi generici e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.