La mostra “Le Mani sulla Luna” di Giancarlo Vitali al Broletto di Como

Volti nella folla, come maschere confuse nell’ansiosa speranza di un sogno collettivo di vera libertà. Volti che guardano in su, verso il cielo, con la segreta speranza di fuggire da questa vita che si pone come una prova troppo difficile da superare. Salire verso l’impossibile per raggiungere la Luna e per poi, magari, inoltrarsi verso gli infiniti mondi della nostra inconscia immaginazione. Per potersi dare il sogno di un’esistenza non più imprigionata nel tempo biologico di una fine annunciata in cui trovare vere regole che determinino il senso del nostro vivere.

Volti che Giancarlo Vitali non connota ma che invece nasconde in maschere che appaiono come sarcastiche caricature delle nostre insufficienze. Noi, vittime e carnefici della nostra e dell’altrui vita.

Gli stessi volti, ma smascherati, che il pittore ha sempre prediletto.

Quelli che declinano, con pietosa oggettività, un male dell’anima che fa perdersi in sé, quelli sguaiati di un ridere dislessico, sinistro e indecifrabile che mette le ali della follia, quelli remissive e dimentichi, che guardano senza guardare, annientandosi in una maschera rinsecchita di inconsapevolezza, quelli di chi manifesta il proprio limite oltre quello dei normali comportamenti, quasi fosse un genio stupido o uno stupido geniale.
I volti di tanti di noi che alzando gli occhi verso il cielo sono capaci di vedere una Luna che li chiama a sé.

I tanti volti che Giancarlo Vitali ha amato ritrarre forse per interrogarsi sul senso e sul ruolo di tante esistenze declassate dalla nostra paura di spingersi oltre i confini del mare conosciuto saranno in mostra dal 31 agosto nel Palazzo del Broletto di Como.

Il Broletto

Costruito nel 1215, per volere del podestà Bonardo di Codazzo, era la sede del Comune della città e sorge accanto al Duomo a sottolineare il forte legame tra i due poteri. Allo stile originario gotico-romanico si aggiunge quello rinascimentale chiaramente leggibile sulla facciata con fasce di marmo lombardo bianco, grigio e rosso.

Parolario: tema il sogno

La mostra è inserita nel calendario della tredicesima edizione di Parolario, il festival di letteratura e cultura che quest’anno affronta il tema del sogno e che si svolge a Como dal 29 agosto all’8 settembre in diverse sedi: Villa Olmo, la splendida villa settecentesca che si affaccia direttamente sul Lago di Como, Villa del Grumello, Villa Sucota (Fondazione Antonio Ratti) e Palazzo del Broletto (con la mostra “Le mani sulla luna” dell’artista Giancarlo Vitali).
Un evento dedicato alla poesia si terrà anche a Villa Carlotta a Tremezzo.

La via che Parolario sceglie è, naturalmente, legata ai libri e alla lettura, ma non solo; come sempre alle discussioni con gli autori – tra cui romanzieri, poeti, artisti, scienziati, filosofi – si affiancheranno il cinema, la musica, la cultura del verde e del cibo. Undici giorni di appuntamenti gratuiti per esplorare con curiosità, impegno e divertimento i molti modi in cui il sogno si può dire.

 

INFORMAZIONI

Giancarlo Vitali. Le mani sulla luna

Palazzo del Broletto, Piazza Duomo – COMO
31 agosto – 29 settembre

 

Orari

martedì – venerdì dalle ore 16 alle 20
sabato – domenica dalle ore 11 alle 20

Inaugurazione
venerdì 30 agosto ore 19

Comune di Como – Assessorato alla Cultura

t. 031 2525352 – 2525472 cultura@comune.como.it

Cinquesensi

t. 0583 316509 – 335 6347230 press@cinquesensi.it

www.giancarlovitali.com

 

Questa voce è stata pubblicata in Eventi generici e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.