IL CENTRO DANZA TEATRO CORREGGIO ANIMA LA FESTA DI SAN QUIRINO DI TEATRO, DANZA E IMMAGINI

IL CENTRO DANZA TEATRO CORREGGIO ANIMA LA FESTA DI SAN QUIRINO DI TEATRO, DANZA E IMMAGINI
La vitalità di un vero e proprio Centro di formazione e produzione delle Arti. E da settembre si cambia nome

La grande festa degli allievi del Centro Danza Teatro Correggio si sposta nelle giornate dell’1 e 2 giugno alla Fiera di San Quirino, uno dei momenti più importanti per la vita cittadina. Una due giorni di appuntamenti che vedranno gli allievi del Centro proporre spettacoli teatrali, di danza, ma anche realizzare e dipingere scenografie. Con alcune importanti novità: il Centro Danza Teatro Correggio, infatti, si trasforma in un vero e proprio centro di formazione e produzione delle arti. Una grande festa dello spettacolo a 360 gradi, ma anche una preziosa occasione per questo Centro che, nel corso della serata del 1° giugno, comunicherà il proprio nuovo nome. “A partire da settembre – ha dichiarato Antonella Panini, direttrice e ideatrice del Centro – la nostra realtà, da tempo importante fulcro per la vita cittadina, si darà una nuova veste per confermare un percorso chiaro da tempo e sempre più deciso verso Centro globale di formazione e produzione nel campo dell’arte e dello spettacolo. Abbiamo infatti iniziato un proficuo percorso di collaborazione con Mare Nostrum Comunicazione con cui stiamo lavorando ad una più incisiva strategia di comunicazione”.

Si parte alle 16,30 di sabato 1 giugno quando, nel cortile del Correggio Art Home, bambini e ragazzi dipingeranno e realizzeranno le scenografie per lo spettacolo Alice nel paese delle meraviglie che andrà in scena il 16 giugno in occasione della grande festa del teatro. A condurre il laboratorio di colore, collage e progettazione scenografica sul fantastico giardino di Alice sarà l’atelierista del Centro Anna Incerti. Alle 18,30 è previsto il secondo gruppo di lavoro.
Il secondo appuntamento è poi con i danzatori più giovani del centro: 120 bambini e ragazzi a partire dalle 20,30 sfileranno per la città con i costumi di scena per giungere sul palcoscenico e alle 21 e dar vita a Lo schiaccianoci che già li aveva visti protagonisti del saggio il 29 e 30 maggio. Alle 22 sarà poi la volta dei gruppi coreografici del centro, alcuni dei quali hanno vinto importanti concorsi di danza, che porteranno in scena Turbini di luce per le coreografie di Lara Daoli, Cecilia Ligabue, Magda Sibillo.
Le attività proseguono anche il 2 giugno con due importanti iniziative: alle 18,30, infatti, il Centro Danza Teatro Correggio sarà nel cortile del municipio CASE con Moti di terre e di cuori, uno spettacolo realizzato dagli allievi attori della scuola di teatro Mechanè e diretto da Gabriele Tesauri sul dramma del terremoto rivisto e raccontato dagli stessi protagonisti del dramma. Un lavoro nato da un percorso di improvvisazioni e riflessioni.
Alle 21,15 nel cortile di Correggio Art Home è in programma la conversazione dal titolo Lo Schiaccianoci: per una breve rassegna storico-teatrale, tra tradizione e innovazione estetica. Saranno presi in considerazione i migliori risultati artistici, legati alla storia della rappresentazione teatrale e coreutica de Lo Schiaccianoci, non solo in ambito scenografico, partendo dai bozzetti “classici” di Melikov e Gurenko e allargando l’indagine al prezioso e sempre più ambito spazio dell’illustrazione infantile.

Ufficio Stampa Studio alfa
tel. e fax 06. 8183579, email: ufficiostampa@alfaprom.com
responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell, 333. 4915100

Questa voce è stata pubblicata in Eventi generici e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.