Achille Bonito Oliva

Passage to History: 20 Years of La Biennale di Venezia and Chinese Contemporary Art

Evento Collaterale alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia

 

Curatori: Lü Peng, Achille Bonito Oliva

Commissario: Paolo De Grandis

Artisti: Chen Xi, Cui Xiuwen, Fang Lijun, Li Qing, Liu Wei, Liu Xiaodong, Mao Xuhui, Sui Jianguo, Wang Guangyi, Wang Jianwei, Xu Bing, Yan Peiming, Ye Yongqing, Yin Zhaoyang, Yue Minjun, Zeng Fanzhi, Zhan Wang, Zhang Peili, Zhang Xiaogang, Zhou Chunya

Organizzatore: Museum of Contemporary Art, Chengdu

Produttore: Institutions of Chinart

Patrocinio: Comune di Venezia – Assessorato alle Attività Culturali

Designer: Guo Chenghui

Coordinatore: PDG Arte Communications – Director, Carlotta Scarpa

Francesca Romana Greco, Roberto Rosolen

Sede: Arsenale di Venezia, Nappa 89

Siti Internet: www.chengdumoca.org – www.artecommunications.com


Nel 2013 si celebra il ventennale della partecipazione degli artisti contemporanei cinesi alla Biennale di Venezia, oltre a vent’anni di scambi economici, culturali e artistici tra Cina e Occidente. Se dal 1993 – anno in cui alcuni artisti contemporanei cinesi hanno partecipato singolarmente alla mostra “Passaggio a Oriente” – la presenza della Cina alla Biennale di Venezia è stata sporadica, ripercorrendo questo capitolo della storia della Biennale, ci si rende conto che gli artisti contemporanei cinesi, ciascuno a proprio modo, sono stati coinvolti nel processo di negoziazione di un’identità internazionale attraverso lo scambio culturale con l’Occidente. Anche il mondo occidentale è consapevole dei modi unici e diversi attraverso i quali gli artisti cinesi hanno risposto alle condizioni del dialogo culturale con l’Occidente. Passando in rassegna con attenzione i documenti della mostra relativi a questo ventennio, emergono, infatti, con chiarezza l’ascesa dell’economia cinese e la sua maggiore influenza internazionale, così come si osserva un chiaro mutamento negli atteggiamenti accettati nei confronti della cultura cinese e della sua identità internazionale nel mondo occidentale, nonché nei confronti del contributo della Cina all’arte contemporanea, specialmente la pittura. Dunque, il tema della mostra, il passaggio alla storia, nasce proprio da tali considerazioni, poiché è evidente che questo prezioso periodo della storia dell’arte contemporanea cinese è stato possibile grazie all’impegno congiunto degli artisti contemporanei cinesi, della critica in Cina e all’estero e dei curatori occidentali appassionati di arte.

 

Incentrare la ricerca sulla Biennale di Venezia significa utilizzare una sorta di specchio poligonale per osservare il mondo artistico in senso più ampio, visto che alla Biennale si incontrano inevitabilmente tanti aspetti: arte, artisti, visitatori, curatori ed enti artistici, ma anche politica culturale, dimensione del mercato, possibilità di lavoro, occasioni speciali, turismo e tendenze urbane. La mostra, costruita come la “Via della storia”, intende esplorare sotto diverse angolazioni, in chiave orientale e occidentale, gli elementi storici e i contesti culturali della partecipazione dell’arte contemporanea cinese al processo di globalizzazione, consentendo in tal modo ai visitatori di comprendere più compiutamente la valenza storica e il background che lega la Biennale di Venezia all’arte contemporanea cinese e collocando con chiarezza gli ultimi vent’anni di arte cinese nella storia dell’arte mondiale.

 

La Biennale di Venezia è la più grande esposizione internazionale alla quale l’arte contemporanea cinese si affaccia per la prima volta e il suo impatto sull’arte contemporanea cinese non rappresenta soltanto un’identità o una scena internazionale per gli artisti contemporanei, bensì soprattutto una prospettiva di riflessione che ha delineato l’immagine dell’arte contemporanea cinese. La prima partecipazione di artisti contemporanei cinesi alla Biennale è stata tutt’altro che semplice, a differenza di quanto si era immaginato. In verità, agli occhi degli artisti cinesi, all’inizio degli anni Novanta, non esistevano profonde differenze tra Cina e Occidente. Per loro, nel mondo, le espressioni artistiche erano unitarie. Pertanto, che si influenzi o si venga influenzati, si tratta di politica culturale “fuori dal centro” per la storia dell’arte, un centro che non è soltanto il centro dell’Occidente, bensì anche un affrancarsi dalle forme descrittive dell’orientalismo per ricercare uno spazio fondato su una base culturale comune. Tale esplorazione è l’azione più pertinente del fenomeno della globalizzazione del patrimonio culturale.

Questo evento collaterale è costituito da due componenti principali: la prima è un’esposizione di dipinti realizzati su supporti; la seconda è una presentazione archivistica. Ciascuna sezione della mostra serve a illustrare e avvalorare l’altra. Se, infatti, attraverso le singole voci, gli artisti hanno comunicato elementi della cultura cinese e occidentale traducendoli attraverso il mezzo della pittura, passando in rassegna la storia attraverso i dettagliati documenti storici presenti nella seconda sezione, è possibile approfondire gli scambi culturali tra Cina e Occidente e riflettervi.

 

I co-curatori della mostra sono il critico d’arte italiano e curatore Achille Bonito Oliva e lo storico dell’arte cinese Lü Peng, i quali offriranno le proprie prospettive storiche sulla mostra e i suoi temi culturali. Grazie al primo, potremo comprendere più chiaramente la mostra di arte contemporanea cinese proposta dalla Biennale di Venezia, il suo contesto e la sua valenza storica, sviluppando la nostra sensibilità per tale espressione artistica. Grazie al secondo, potremo contare su un illuminante contributo chiarificatore poiché da vent’anni, autorità in materia, si adopera per spiegare al pubblico internazionale l’arte contemporanea in Cina.

 

 

 

 

 

 

 PDG Arte Communications

CULTURAL EVENTS SINCE 1984

Tel. +39 0415264546

pressoffice@artecommunications.com

www.artecommunications.com

 

 

Info su ArteCommunications

Arte Communications opera nel settore della cultura e dell’arte a seguito dell’intensa attività del suo Presidente Paolo De Grandis, professionalmente attivo dal 1980 in qualità di curatore, coordinatore e commissario nel medesimo ambito e quale Presidente dell' ACADEMIA FOUNDATION dal 1983 al 1990. Arte Communications promuove la conoscenza e lo sviluppo dell’arte contemporanea attraverso l’organizzazione di esposizioni in Italia ed all’estero, dibattiti e conferenze stampa presso sedi qualificate ed innovative e l’edizione di cataloghi e pubblicazioni di curatori e storici dell’arte. Favorisce gli scambi e la circolazione delle informazioni collaborando internazionalmente con le istituzioni governative, musei, fondazioni, gallerie e associazioni di tutto il mondo. Dal 1995 Arte Communications collabora con la Biennale di Venezia per la realizzazione delle esposizioni di Padiglioni Nazionali ed Eventi Collaterali. Si deve infatti ad un’idea di Paolo De Grandis l’istituzione dei nuovi padiglioni fuori dalle aree canoniche dei Giardini e dell'Arsenale, divenuti ormai parte integrante e imprescindibile della Biennale di Venezia, e la presentazione di numerose nuove partecipazioni internazionali, a partire dal 1995 quando propone, organizza e cura la prima partecipazione ufficiale di Taiwan. Dal 1995 ad oggi Paolo De Grandis ha realizzato 87 esposizioni (41 Partecipazioni Nazionali e 46 Eventi Collaterali): oltre ai padiglioni di Georgia, Portogallo, Repubblica Araba Siriana, Cipro, Grecia, Lussemburgo, Indonesia, Iran, Repubblica di Macedonia, ha promosso le nuove partecipazioni di Taiwan (Biennale d’Arte 1995), Estonia (Biennale d’Arte 1997), Lettonia (Biennale d’Arte 1999 - Biennale d’Architettura 2002), Ucraina (Biennale d’Arte 2001 - Biennale d’Architettura 2002), Giamaica (Biennale d’Arte 2001), Singapore (Biennale d’Arte 2001 - Biennale d’Architettura 2004), Hong Kong (Biennale d’Arte 2001 – Biennale d’Architettura 2006), Marocco (Biennale d’Arte 2005), Macao (Biennale d’Arte 2007), Repubblica del Gabon (Biennale d’Arte 2009), Principato di Monaco (Biennale d’Arte 2009), Andorra (Biennale d’Arte 2011). Su ideazione di Paolo De Grandis, dal 1998 viene realizzata in collaborazione con il Comune di Venezia OPEN Esposizione di Sculture ed Installazioni, giunta quest’anno alla sua dodicesima edizione. OPEN ha ospitato oltre 400 artisti provenienti da 71 Paesi e 170 curatori di fama internazionale, favorendo la diffusione e la fruibilità dell’arte contemporanea al di fuori delle sedi usualmente convenute nel territorio veneto. SERVIZI: • progettazione e organizzazione dell’evento; • fornitura dello spazio espositivo idoneo alle esigenze del cliente; • permessi necessari per la realizzazione dell’evento; • pratiche burocratiche, consulenza amministrativa, giuridica e finanziaria; • allestimento e disallestimento; • divulgazione dell’evento e servizio di Ufficio Stampa dalla data del contratto; • diffusione giornaliera del comunicato stampa alla stampa italiana e straniera e relativi contatti con gli uffici stampa; • programmazione e gestione dei servizi di pubblicità e promozione (affissioni di manifesti, drappi + posizionamento totem + pubblicità sulle riviste del settore); • supporto tecnico per la realizzazione dei progetti di allestimento; • assistenza per le formalità doganali e per le spedizioni internazionali; • organizzazione del trasporto locale; • ricerca delle migliori condizioni di mercato per i servizi di affitto dello spazio espositivo, allestimento del progetto espositivo, pubblicità, ecc.; • mailing list internazionale per la spedizione degli inviti; • cura della cerimonia e del cocktail inaugurale; • progettazione grafica e stampa di cataloghi, inviti, brochures, locandine, drappi • distribuzione settimanale del materiale informativo presso gli uffici informativi e gli hotel; • fornitura del personale del spazio espositivo con competenze in ambito artistico e conoscenza delle lingue; • registrazione visitatori annotata su un report giornaliero e mensile (numero visitatori, inventario, nominativi dei giornalisti e dei visitatori, contatti); • coordinamento del personale; • manutenzione della mostra; • traduzioni in inglese, francese e tedesco; • visibilità e web page nel sito www.artecommunications.com; • servizi fotografici e video; • copertura assicurativa per lo spazio espositivo e per i visitatori; • copertura assicurativa per le opere esposte; • servizio di guardiania e sicurezza; • servizio mensile di pulizia dello spazio; PARTNERS: AICA -Sezione Greca Art Box - Greece Art Gallery Skopie Arts Southern -UK Asia Art Center - Taiwan AVARTE - Finlandia BM Contemporary Art Center - Instanbul Comune di Venezia Comune di Venezia - Municipalità del Lido Canada Council for the Art Center for Contemporary Arts - Estonia Centro di Promozione Argentina Centro Italiano per le Arti e la Cultura - Torino Centro Studio Vetro - Venezia Contemporary Art Museum P.S.1 - New York Council for Cultural Affairs - Repubblica popolare Cinese CONACULTA- Messico Cooperativa Apuana Corporacìon Cultural de Providencia -Ministerio de Relaciones Exteriores de Chile Cultural Center Lindart- Albania Cultural Services-Nicosia- Cipro Daniel Maman Fine Art - Argentina Danish Contemporary Art Foundation Danish Secretariat for International Cultural Relations Dedale - Nouvelles Formes Artistique et Nouveax Medias Direcìon General de Asuntos Culturales del Ministerio de Relaciones Exteriores - República Argentina Finnish Fund for Art Exchange Fondation Independance - Lussemburgo Fondazione Mimmo Rotella - Catanzaro Frame Finnish Fund for Art Exchange Franco Schiavon Gallery - Venezia French New Yorkers Inc. Fondazione Sebastian - Messico Fondazione Torino Musei GAM Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea - Torino Galerie Anhava - Finlandia Galerie E. Iragui Galerie Enrico Navarra - Parigi Galleria Bagnai - Firenze Galleria Carini - Arezzo Galleria Continua - Siena Galleria Vecchiato - Padova Hanart TZ Gallery - Hong Hong Hellenic Ministry of Culture Icep-Portugallo INFOARTE - Cile Institut de Cultura Ajuntament de Barcelona Jamaica Artist Alliance Kaohsiung Museum of Fine Arts -Taiwan KlausEngelhorn20 Gallery - Austria Korean fine Arts Association La Biennale di Venezia L'aemme International Latvian Center for Contemporary Art Made Wianta Foundation - Indonesia Malborough Fine Art - Londra Marlborough Gallery - New York Ministerie van de Vlaamse Gerneenschap Afdeling Beeldende Kunst en Musea - Belgio Ministero della Cultura e Turismo - Beirut/Libano Ministry of Culture and Arts of Ukraine Ministry og Foreign Affairs of Japan Ministry of Culture and Torism/Republic of Korea Ministry of Culture of the Republic of Macedonia Ministry of Culture,Youth and Sports of Albania Ministry of Foreign Affairs - Repubblica popolare Cinese Museo del Parco - Portofino Museum Modern Kunst Stiftung Ludwig Wien - Vienna Museum of Contemporary Art - Bucharest Museum of Contemporary Canadian Art Museum Universitas Pelita Harapan - Indonesia National Arts Council - Singapore National Taiwan Museum of Fine Arts New Creative Association - Kiev Norwegian International Program for Visual Arts Open Society Foundation for Albania Oxigeno Fine Art - Bolivia Peggy Guggenheim Collection Pro Helvetia Rèseaux Est-Ouest Provincia di Venezia Regione del Veneto Singapore Art Museum Spin Gallery - Canada St James Homes - UK Studio One - New York Taipei Fine Arts Museum of Taiwan Taiwan Museum of Art Tehran Avenue.com Tehran Museum of Contemporary Art Telaviv - Yafo Muncipality The Angel Orensanz Foundation -New York The Culture Capital Foundation of Latvia The Cyprus Ministry of Education and Culture The Estate of Keith Haring - New York The Israeli Ministry of Foreign Affairs The Sculpture Foundation - Santa Monica Toronto Culture, Ontario Arts Council Tucci Russo - Studio per l'Arte Contemporanea - Torino Visual Arts-Norway Yuzi Paradise - Guilin/Repubblica Popolare Cinese Warc Gallery - Canada
Questa voce è stata pubblicata in Mostra e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.