The Moleskine Party: ritratti, design e musica

Moleskine Detour VeneziaVenerdi’ 16 novembre 2012, ore 18 – 23 The Moleskine Party

Serra dei Giardini, Via Garibaldi 1254, Venezia

Moleskine Temporary Store

Design: LEFTOVER / Alfred von Escher / Studio427

Dj Set: KJ’s Chicco e Camisola

Spike Jonze, Maira Kalman, Antonio Marras, Tishani Doshi, Sigur Ros, Patricia Urquiola, Ron Arad, Kazuyo Sejima, Toyo Ito, Gentucca Bini, Ross Lovegrove, Massimo Vitali. Questi alcuni dei 275 autori che negli anni hanno contribuito al progetto Detour, un grande archivio di taccuini hackerati, riempiti di note, di schizzi, ritagli, disegni, a colori, a china, con le pagine elaborate e trasformate in sculture.

I taccuini che saranno in mostra per l’evento sono di: Visionari: Formafantasma Semantici: Paula Scher Virtuosi: Gamfratesi Romantici: Rebec Hohoho Ironici: Sirene Elise Wilhelmsen Oltre a BCXSY, Corentin Dombrecht e Gianni Gebbia Anteprima del libro Detour Contemplare, ispirarsi e sognare con i taccuini di grandi autori contemporanei

Postazioni sperimentali Moleskine Faces e’ un workshop progettato da Emily Baltz, visual artist di New York, che ha creato un set fotografico dove si mescolano illustrazioni e fotografia.

Le pagine di un taccuino Moleskine, illustrate con i disegni piu’ strani e divertenti, diventano parte del ritratto, una cornice che viene catturata insieme al viso dall’obiettivo della macchina fotografica. Le foto con cornici e visi verranno pubblicate sulla pagina Facebook di Moleskine.

#myanalogcloud Fotografare e condividere quello che si porta sempre con se’ e’ un modo per raccontarsi. Un set fotografico offre la possibilita’ di rovesciare su un tavolo gli oggetti che sono nella propria borsa, nelle tasche, nella mente, e di fotografarli per rappresentare la propria cloud analogica.

Le foto, gli oggetti e la loro disposizione saranno parte di una gallery su diversi social network.

Instagram Incontra Moleskine La community internazionale degli Instagramers partecipa all’evento con un Instameet e un gioco: fotografare il contenuto della propria borsa, la nuvola analogica, e pubblicare una gallery di immagini significative di mood e stili di vita, con il tag #myanalogcloud. Le foto saranno parte di una gallery su una pagina dedicata di www.veneziadavivere.com.

Detour, la mostra

Detour e’ il nome di un progetto itinerante a cura di Raffaella Guidobono che ha raccolto e esposto, in varie citta’ del mondo, 275 taccuini decorati, “hackerati”, disegnati o riempiti con appunti, ritagli e schizzi da autori di fama internazionale, appartenenti a differenti universi professionali e culturali.

Tutte le opere realizzate per Detour sono state donate dagli autori alla Fondazione non profit lettera27, la cui missione e’ sostenere il diritto all’alfabetizzazione, all’istruzione e, piu’ in generale, favorire l’accesso alla conoscenza e all’informazione soprattutto nelle comunita’ dell’area sub sahariana.

Detour offre un’esperienza insolita a contatto diretto con i taccuini, esposti all’interno di teche trasparenti dove, protetti ma accessibili, invitano i visitatori a sfogliare e curiosare tra le loro pagine, toccando con mano e avvicinandosi al processo creativo dell’autore. Finora Detour ha toccato Londra nel 2006, New York nel 2007, Parigi e Berlino nel 2008, Istanbul e Tokyo nel 2009, Venezia e Shanghai nel 2010.

Detour e’ un progetto aperto: la prossima tappa sara’ San Paulo nel 2013. Detour e’ anche una mostra permanente, grazie a una galleria di video da sfogliare online su moleskine.com/detour. Oggi Detour e’ anche il titolo di un libro, il libro che raccoglie tutte le immagini dei taccuini presenti nell’archivio di lettera27.

Detour, il libro

Questo volume e’ un vero e proprio archivio sintesi di un’intera collezione che conta 275 taccuini e che regala al lettore la possibilita’ di assistere alla genesi di altri libri. Il volume Detour contiene una serie di mappe, infografie e statistiche.

Le sezioni, suddivise nelle cinque macro aree: Visionari, Semantici, Virtuosi, Romantici, Ironici, contengono testi che raccontano libere riflessioni sul tema del taccuino, scritti da Hans-Ulrich Obrist, Lorin H. Stein, Maria Sebregondi, Maurizio Ferraris, Raffaella Guidobono, oltre a brani tratti da L’uomo artigiano di Richard Sennett, e da Interrogative Mood di Padgett Powell.

Attraverso il libro Detour, il lettore puo’ scoprire il segno di artisti di talento come Kiki van Ejik, Tom Sachs, Ron Arad e Italo Rota, alcuni degli emergenti piu’ audaci e innovativi come gli architetti dello studio Kuehn Malvezzi, ma anche i disegni inaspettati di Dave Eggers, lo studio sulla forma di Ross Lovegrove, i sogni di una notte di Javier Marìas, le pagine intagliate del taccuino di Tord Boontje e influenti outsider come Spike Jonze, Antonio Marras, Sigur Rós, Yves Béhar, Erina Matsui e Giovanni Sollima, solo per citarne alcuni.

Venerdi’ 16 novembre 2012, ore 18 -23

The Moleskine Party
Serra dei Giardini, Via Garibaldi 1254, Venezia
Temporary Store Moleskine
Fermata dei Giardini: ACTV
Info: www.moleskine.com

Laura Scarpa
laura.scarpa@fnv.co.it
T + 39 392 9208537

Info online e aggiornamenti in diretta: www.veneziadavivere.com/liveblogging/the-moleskine-party-venice

Questa voce è stata pubblicata in Eventi Culturali, Veneto. Contrassegna il permalink.