Vacanze per single

Sei andato via in vacanza? Dove sei andato? Ti sei divertito? Queste sono le domande più frequneti che ci vengono rivolte dai colleghi.al momento del rientro al lavoro. Con chi sei andato in vacanza, è una domanda che invece non viene rivolta praticamente mai, una volta che abbiamo superato i 25 anni di età. Se una volta la domanda non era importante perchè era sottinteso che le vacanze venivano trascorse con la famiglia, oggi la domanda non è importante perchè quel che conta delle vacanze, sono proprio le vacanze. Contano i luoghi che abbiamo visitato, conta la foto dello splendido panorama che dal giorno del rientro in ufficio fa bella mostra di sé sul nostro desktop, conta anche, in alcune aziende, la qualità della cartolina che abbiamo inviato ai colleghi in ufficio. Insomma, fare le vacanze sembra essere una sorta di complemento al lavoro. Le vacanze per single, se non abbiamo una compagnia con cui partire, ci offrono la possibilità di adempiere al nostro dovere di colleghi ligi al dovere, che si ricaricano durante le ferie per poter essere pronti a partire al rientro, Il problema delle vacanze single è però, purtroppo, che rischiamo di fare nuove e simpaticissime conoscenze. Nulla di male, se non fosse che al rientro i colleghi ci sembreranno tutti troppo banali, poco simpatici, per nulla divertenti. Ma passate le vacanze, torneremo lentamente ad abituarci al loro umorismo spicciolo, anche perchè, per fortuna, la splendida persona che abbiamo conosciuto abita, a dispetto di tutte le probabilitò contrarie, non lontano da noi. Certo, fa orari diversi e forse non ci saremmo mai incontrati, ma che importa. Quel che importa è che ora l’abbiamo conosciuta e, dentro di noi, già stiamo facendo progetti sulla prossima vacanza, Questa volta per due.

Questa voce è stata pubblicata in Eventi regionali. Contrassegna il permalink.