Gioco della Gioia, Bagno di Romagna, dall’11 al 14 luglio 2013

Il GIOCO DELLA GIOIA

“La capacità di esprimere sé stessi si chiama libertà. Le tenebre non sono libertà, come non è libertà l’invisibilità, che è l’ostacolo più terribile da affrontare, per superare il quale è necessario l’entusiastico fervore del germoglio dentro il seme, del fiore dentro il bocciolo.”
RabindranathTagore

COS’E’ IL GIOCO DELLA GIOIA?

E’ una serie di incontri dove condividere, conoscere, fare esperienza e pratica della saggezza e delle tecniche provenienti dal contatto con la vita, con la natura, col nostro cuore e con le antiche culture tradizionali autentiche.
E’un occasione per crescere insieme condividendo e superando le sfide e le difficoltà del quotidiano, per incontrare in modo costruttivo i momenti decisivi di cambiamento che ciascuno vive.
E’ un gruppo di persone che ha deciso di mettere i propri talenti al servizio dell’evoluzione interiore
E’ un cammino dove si mescolano esperienze pratiche, giochi, divertimento, scienza, conoscenza, saggezza e spiritualità.

DOVE E QUANDO:

Il corso, della durata di 5 giorni dall’11 al 14 luglio, si svolgerà a bagno di Romagna
Per informazioni e prenotazioni (entro lunedì 5 luglio scrivi a : info@accademiaintelligenzaemotiva.it e visita il sito: http://www.alberodeisentieri.it/evento-248-gioco-della-gioia.php#.UP0ce-RFWQM

OSPITI:

Dall’intervento del Lama Tenkyong, di Don Arrigo Chieregatti, di Antonella Moccia e della Dott.ssa Beatrice Ungarelli dell’Accademia delle Scienze Tradizionali dell’India desideriamo far emergere i principi fondamentali ed universali che l’uomo dovrebbe rispettare per intraprendere il viaggio verso la felicità e piena realizzazione, liberandosi da condizionamenti, attaccamenti e aspettative.

Don Arrigo Chieregatti
ha compiuto molti viaggi in oriente e da anni vive in una parrocchia, frazione di Marzabotto, nell’ambito di una esperienza Cristiana eremitica legata all’Oriente. Co-direttore di InterCulture, Edizione italiana della rivista dell’Istituto Interculturale di Montreal, Canada, e docente presso la Facoltà di Sociologia, di Filosofia e di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna, Don Arrigo ha dedicato tanta parte del suo cammino di religioso all’incontro tra due mondi, l’oriente e l’occidente, alle loro complementarità, alla possibilità di una proficua integrazione nel rispetto delle differenze.
Il suo intervento si terrà venerdì 7 settembre alle ore 16.

Dott. Beatrice Ungarelli,
docente presso l’Accademia Scienze Tradizionali dell’India, CSB – Centro Studi Bhaktivedanta.
Il CSB è un’Istituzione Accademica non profit fondata nel 1995, opera in tutta Italia e anche all’estero.
E’ un’associazione dedicata allo studio e insegnamento della cultura classica indiana, impegnata a conservare le antiche scritture dei Veda e di documentare la tradizione Vaishnava con libri, supporti audio e video, conferenze e seminari presso Istituti Culturali, Scuole ed Università, Associazioni di Categoria, Istituzioni Religiose, corsi di formazione a distanza, oltre a viaggi di studio in India. Il CSB ha organizzato eventi formativi E.C.M. (Educazione Continua in Medicina), accreditati dal Ministero della Salute e seminari sulla Psicologia della Leadership del Benessere, per la valorizzazione delle risorse umane. Alcuni corsi del CSB tenuti presso Università sono stati riconosciuti da Provveditorati agli Studi per l’aggiornamento di docenti di ogni ordine e grado. L’Accademia è accreditata anche per l’erogazione di Corsi di Counseling ed è membro della Libera Università del Counseling.
“Il valore accademico dei Corsi del Centro Studi Bhaktivedantae’ riconosciuto dall’Universita’ indiana DevSanskritiVishwavidyalayaUniversity, pienamente accreditata dal Governo indiano, con la quale il CSB coopera nella diffusione dei valori universali delle Scienze Tradizionali dell’India”
Il suo intervento “In cammino verso la felicita’ “ si terrà sabato 8 settembre alle ore 16.

Antonella Moccia,
ha conseguito il Magistero in Scienze Religiose presso l’Urbaniana di Roma. Ha vissuto un’esperienza di vita religiosa per 10 anni, adesso vive in forma laicale la sua spiritualità.
Ha pubblicato con la Mondadori il libro “Ho scelto Dio”. Ha parlato del tema della vocazione al convegno tenutosi in Vaticano alla presenza di Giovanni Paolo II. Ha fatto volontariato presso le Suore di Madre Teresa svolto anche al Cottolengo di Torino per un anno. Esperienza di vita vissuta con le ragazze tossicodipendenti presso la Comunita’ Cenacolo di suor Elvira a Savignano.
Hacondotto scuole di preghiera in luoghi non comuni.
E’ stata conferenziera in varie diocesi. Ha partecipato a diversi programmi televisi per testimoniare la sua fede. Ha tenuto numerose conferenze sul tema ecumenico. E’Counselor analitico transazionale per problematiche speciali; master e practioner di PNL certificata da Richard Bandler; e’rebirthercertificata da Leonard Orr.
Il suo intervento si terrà ogni mattina dal 6 al 9 settembre alle ore 7 per il risveglio attivo e per l’appuntamento quotidiano con la lettura.

Ven. Lama GhesceLobsangTenkyong,
natonella regione tibetana del Kham nel 1958, è stato costretto all’esilio in India, nel 1982 ha proseguito gli studi presso l’Università monastica di Sera Je divenendo un GhesceLharampa, il più alto titolo di studi conseguibile all’interno della tradizione Gelug-pa.
Ha 46 anni ed è il Lama residente nel Centro Cittamani Tara di Padova.
Il suo intervento si terrà giovedì 6 settembre al mattino dalle 9 alle 13 e nel pomeriggio dalle 16 alle 19.

Gli ospiti, esponenti autorevoli di differenti Tradizioni Spiritual, sono stati scelti per facilitare l’individuazione dei punti di comunanza e dei principi universalmente condivisi nella ricerca della felicità, intesa come piena realizzazione dell’individuo.

RELATORI:

Silvia Minguzzi, Ph.DIndovedicPsicology, fondatrice e direttrice dell’Accademia dell’intelligenza Emotiva, life coach, autrice dei libri “Casa farò da grande” e “Impara a dire di no”.

Dott. Lara Fiorentini, psicologa, formatrice, educatrice, trainer presso l’Accademia dell’Intelligenza Emotiva.

Dott. Giovanni Nigris Cosattini, è laureato in Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma e specializzato in relazioni internazionali.
E’ stato manager nell’ambito di progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo ed in realtà aziendali nazionali ed internazionali.
E’ ricercatore in storia delle religioni ed esegesi dei testi sacri di varie tradizioni (Cristianesimo, Islamismo, Induismo).

CONTENUTI:

– I punti di accordo ed i principi fondamentali di tre delle principali e più autorevoli Tradizioni Spirituali riguardo alla scoperta della Via che conduce alla Felicità: Induismo, Buddhismo, Cristianesimo.
– I principi universali della felicità
– L’influenza del pensiero sullo stato di benessere e vitalità
– Il perdono
– La leadership secondo Gesù
– Trovare gli insegnamenti nelle metafore e nelle favole, laboratorio su “Il Piccolo Principe”
– Alimentazione ed energia
– Relazione tra corpo, mente e spirito: dialogo e accordo
– Migliorare la fisiologia per migliorare il benessere

MODALITA’
L’apprendimento sarà sia teorico che pratico, con modalità interattive, giochi, esperienze, insegnamenti frontali e lezioni all’aperto.
Verrà rilasciato un attestato finale di partecipazione al corso per chi parteciperà all’intero percorso.
LE REGOLE:
Il corpo
• Non si fuma
• Alimentazione vegetariana
• Si beve solo acqua, tisane e the verde
• Si indossano solo abiti e scarpe comode
La mente
• Non è ammesso usare telefonini (per chi ne avesse urgenza potrà chiedere una deroga per poterlo usare nei momenti di pausa)
• Niente computer
• Si dorme in stanze da 4-6-8-10 persone (a seconda di quanto sei disposto a metterti in gioco)

Lo spirito
• Si offre il proprio servizio agli altri membri del gruppo in base alle esigenze
• Si rispetta il silenzio altrui ed i momenti di riflessione individuale
• Ci si astiene dal giudizio
• Zona di comfort da lasciare a casa

“Il viaggio della vita procederà ed avrà successo nella misura in cui la persona riuscirà a trasformarsi in senso evolutivo. E’ proprio questa trasfigurazione o trasformazione della coscienza che caratterizza il viaggio ben intrapreso e compiuto. Come un atleta deve aggiungere fibra su fibra ai propri muscoli guadagnandoli dal tessuto adiposo, così il nostro viaggiatore, il ricercatore del sé, l’entronauta, colui che compie il viaggio all’interno dell’universo interiore, raggiungerà l’obiettivo nella misura in cui accrescerà la consapevolezza del proprio sé profondo di natura spirituale e ridurrà il peso condizionante del proprio ego o io storico.I saggi vedici hanno spiegato che la realizzazione, la felicità e il successo sono nostre caratteristiche naturali, intrinseche; in un certo senso infatti, l’anima è già proprietaria di tutto perché è tutt’uno con Dio, con il Creatore, Bhagavan, in qualità non differente da Lui anche se in shakti (energia) incommensurabilmente meno potente. La consapevolezza di ciò è di per sé una garanzia di successo, con l’impegno imprescindibile di fare ottimo uso di tutte le risorse a nostra disposizione. Se ne abusiamo il disastro è sicuro, in particolar modo se abusiamo di persone, della fiducia degli altri. Le leggi del Dharma (ordine etico universale) ci distruggerebbero. Non dobbiamo abusare neanche degli alberi o di un fiore; non dobbiamo abusare di niente, ma vedere tutto come parte di Dio e porre ogni cosa al Suo servizio”.
Dott.ssa Beatrice Ungarelli, Centro Studi Bhaktivedanta

Per poter procedere sul nostro cammino verso il risveglio abbiamo bisogno di due gambe. Da una parte la “gamba del metodo” che compie la ricerca e scredita il vecchio convincimento di realtà, dall’altra la “gamba della saggezza” che si aprealla visione e prende atto di quella che è effettivamente la realtà. È fondamentale screditare l’impressione dell’Io per mettere in moto queste due gambe ed avanzare sempre di più verso l’illuminazione, la realizzazione e la capacità benefica che possiamo avere.

Per informazioni e prenotazioni (entro il 5 luglio 2013) scrivi a : mailto:info@accademiaintelligenzaemotiva.it

DATE

Dall’11 al 14 luglio 2013
dalle 14:00 dell’11 luglio alle 15:00 del 14 luglio

ISCRIZIONE E COSTI:

Le modalità di iscrizione e i costi variano a seconda del tipo di alloggio prescelto delle esigenze individuali e delle modalità di pagamento concordate.
Il costo varia dai 540 a 640 euro per i cinque giorni di corso, compreso vitto e alloggio, in base alla tipologia di stanza scelta.
Per chi potesse partecipare anche solo nel week-end con arrivo il venerdì sera e partenza a fine corso domenica dopo pranzo, il costo può variare da 250 a 300 Euro a seconda della camera.
I posti sono limitati ad un massimo di 35 persone.
Per informazioni e prenotazioni scrivi a : info@accademiaintelligenzaemotiva.it

VISITA IL SITO:
http://www.alberodeisentieri.it/evento-248-gioco-della-gioia.php#.UP0ce-RFWQM

Questa voce è stata pubblicata in Eventi Formativi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.