Transistor Atomici per i Comp. del Futuro

Un solo atomo per creare un transistor. È il risultato raggiunto da un team di tre università diverse che apre scenari inimmaginabili per lo sviluppo tecnologico, a partire dai computer quantistici. I ricercatori della University of South Wales, Purdue University e University of Melbourne sono riusciti ad utilizzare un solo atomo di fosforo per la realizzazione del transistor più piccolo al mondo. ”È stato fissato un limite invalicabile” ha dichiarato Gerhard Klimeck della Purdue University. ”Questo è il limite fisico della Legge di Moore, non si può andare oltre”. Gordon Moore, fondatore della Intel, affermò che il numero di transistor dei microprocessori raddoppia ogni 18 mesi e fino ad ora la sua tesi è stata confermata. Ma questo transistor atomico ha una grandissima limitazione: per essere operativo deve essere mantenuto al freddo, a 200 gradi. L’atomo è all’interno di un pozzo o canale, e per far sì che operi come transistor gli elettroni devono restare in quel canale. Per garantire il contenimento degli elettroni ed evitare la fuoriuscita dal canale sono necessarie temperature bassissime. Qualore venga sviluppata una tecnica per garantire il contenimento degli elettroni, potrebbero essere realizzati computer che funzionano a temperatura ambiente RobinFilm.

Questa voce è stata pubblicata in Eventi Culturali, Eventi Formativi. Contrassegna il permalink.